2048: Nowhere to Run - Arsenale Cinema

loading...

2048: Nowhere to Run

di Luke Scott


Sinossi

Il pacifico replicante Sapper scatena il suo vero potere quando vede i suoi cari in difficoltà.


Critica

Dopo 2036: Nexus Dawn ecco il secondo corto intitolato 2048: Nowhere to Run il nuovo prequel di Blade Runner 2049, dove protagonista è Dave Bautista nei panni del replicante Sapper. 2048: Nowhere to Run e cioè Nessun posto dove scappare, è un titolo che dice tutto, tutta la rabbia del protagonista gigante e indifeso che non avrà luogo scuro dove rifugiarsi. Se nel primo il protagonista si raccontava l’ascensa del visionario Jared Leto nei panni di Niander Wallace ora è il turno di Dave Bautista. L’ex wrestler è il protagonista del secondo dei tre cortometraggi diretti da Luke Scott collegati al secondo capitolo di Blade Runner, diretto da Denis Villeneuve.

In questa storia Bautista impersona Sapper, un replicante dalla stazza imponente già apparso in alcuni fotogrammi dei trailer di Blade Runner 2049 rilasciati finora. Nel filmato vediamo l’androide risvegliarsi confuso e terrorizzato in una stanza di un motel malfamato. L’aspetto e le movenze sono quelle di un uomo in fuga che vaga tra i bassifondi della Los Angeles del futuro. Le atmosfere tirano in ballo la famosa scena del noodle bar dove il detective Rick Deckard (Harrison Ford) veniva prelevato dal collega Gaff (Edward James Olmos) nel primo film di Scott: personaggi stravaganti, fumo e pioggia incessante.

Ivid.it

Scheda
Titolo: 2048: Nowhere to Run
Regia di: Luke Scott
Durata: 5'
Luogo, Anno: USA, 2017
Cast: Dave Bautista, Orion Ben, Björn Freiberg

In programmazione