La stagione della strega - Arsenale Cinema

loading...

La stagione della strega

di George A. Romero


Sinossi

Jean è una donna affascinante, che ha successo nel lavoro e nella vita privata. Una conoscente, che l'ama alla pari del marito e della figlia, è uno strano personaggio di nome Marion. Nessuno sa cosa faccia di preciso e qualcuno sussurra addirittura che sia una strega.


Critica

Osservando la filmografia dell'autore americano, a primo impatto, è facile credere di trovarsi di fronte ad un titolo anonimo che invece si rivela un'opera molto personale e coraggiosa. Uno dei pochi film dove Romero ha curato personalmente: soggetto, sceneggiatura, fotografia, montaggio e naturalmente regia.

Il film, sospeso costantemente fra realtà e visioni, crea un vortice progressivo che oltre a confondere le idee alla protagonista, altera anche la percezione dello spettatore. La cura per la regia è minuziosa e probabilmente uno dei motivi che hanno fatto scivolare nel dimenticatoio quest'opera seconda è l'inevitabile confronto con un antecedente scomodo quale "La notte dei morti viventi".

Difficile da catalogare, ma comunque un'interessante esperienza visiva che usa il tema della stregoneria come palese pretesto per indurre a riflettere su uno scomodo aspetto quotidiano e sociale. Romero come al solito ci tiene a sottolinearlo.

Matteo Fantozzi, alexvisani.com

 

Scheda
Titolo: La stagione della strega
Regia di: George A. Romero
Durata: 104'
Luogo, Anno: USA, 1973
Cast: Esther Lapidus, Ray Laine, Virginia Greenwald