'68 e dintorni/Gli amori di una bionda - Arsenale Cinema

'68 e dintorni/Gli amori di una bionda

Da Lunedì 8 Maggio 2017 a Martedì 9 Maggio 2017

In quel periodo non mi ero ancora risposato per la seconda volta e molto spesso trascorrevo le notti passando da un amico all'altro, da un locale all'altro. Un giorno mentre tornavo a casa in auto dopo la mezzanotte in via Vsehrdova, improvvisamente ho visto camminare sul ponte una ragazza con una valigia. Mi sono fermato ed ho chiesto se le servisse aiuto. Così mi ha raccontato che era venuta a trovare un ragazzo che aveva conosciuto poco tempo prima da lei a Varnsdorf. A Praga però capì che l'indirizzo che le era stato dato, era falso. Fu lei a raccontarmi della situazione a Varnsdorf, che poi ho utilizzato per il film. Una cittadina vuota dopo la deportazione dei tedeschi, un'enorme fabbrica tessile, molte più ragazze che ragazzi. A Zruc la situazione era analoga, l'unica differenza stava nella fabbrica, che era nuova e vicino a Praga.

Miloš Forman


Gli amori di una bionda

di Miloš Forman

A Zruce, un paesino di montagna non lontano da Praga, duemila ragazze lavorano in un calzaturificio, ma sono costrette a trascorrere il loro tempo libero in un convitto che assomiglia a un alveare. La mancanza di uomini ha fatto sì che molte impiegate abbiano lasciato la fabbrica; a nulla sono serviti gli espedienti del vecchio direttore, che ha fatto arrivare un gruppo di anziani riservisti. Poi un giorno compare Milda, un giovane pianista proveniente dalla capitale, e Andula, una delle operaie
loading...