696 Danteprima - Arsenale Cinema

696 Danteprima

Da Giovedì 25 Maggio 2017 a Venerdì 26 Maggio 2017

Dopo il successo del “Dante Posticipato”, progetto culturale nato lo scorso anno in occasione delle celebrazioni del 750° anniversario della nascita del sommo poeta, l'Arsenale è lieto di prendere parte a “696 Danteprima”, che avrà luogo a Pisa dal 25 al 28 Maggio. Due le serate che coinvolgono il Cineclub con eventi ad ingresso libero. Lunedì 25 alle 21.00 Piersandra Di Matteo, teorico di teatro contemporaneo, presenterà INFERNO. PURGATORIO. PARADISO, progetto sulla Divina Commedia di Romeo Castellucci, prodotto dalla Socìetas Raffaello Sanzio ed editato da Arté, che comprende l'INFERNO di Don Kent, registrato presso la Cour d'Honneur del Palazzo dei Papi di Avignone e il PURGATORIO e due versioni del PARADISO realizzati dalla Socìetas Raffaello Sanzio. Martedì 26 alle 21.00 la Prof.ssa Sandra Lischi, docente di Cinema presso l'Università di Pisa, introdurrà la proiezione di A TV DANTE di Peter Greenaway e Tom Phillips, progetto incentrato sui primi otto canti dell'Inferno. La manifestazione è realizzata da Comune di Pisa, Regione Toscana, Università di Pisa, Scuola Normale Superiore, Scuola Superiore Sant'Anna, Blu – Palazzo d'arte e cultura Pisa, Opa, Museo della grafica, Dipartimento di Filologia, Letteratura e Linguistica e Dipartimento di Civiltà e Forme del sapere dell'Università di Pisa, Fondazione Teatro di Pisa.


Inferno. Purgatorio. Paradiso

di Socìetas Raffaello Sanzio

Giovedì 25 alle 21.00 Piersandra Di Matteo, teorico di teatro contemporaneo, presenterà INFERNO. PURGATORIO. PARADISO, progetto sulla Divina Commedia di Romeo Castellucci, prodotto dalla Socìetas Raffaello Sanzio ed editato da Arté, che comprende l'INFERNO di Don Kent, registrato presso la Cour d'Honneur del Palazzo dei Papi di Avignone e il PURGATORIO e due versioni del PARADISO realizzati dalla Socìetas Raffaello Sanzio.

A Tv Dante - L'inferno: Canti I-VIII

di Peter Greenaway e Tom Phillips

Peter Greenaway ha collaborato con l’artista Tom Phillips per girare la trasposizione i primi otto canti dell’Inferno di Dante in una performance video, completa di note sullo schermo da parte di Phillips, David Attenborough e altri. Bob Peck e John Gielgud ancorano il pezzo alle sue origini testuali, recitando i versi di Dante alla telecamera. Nel frattempo scoppia l’Inferno tutto intorno a loro, perché Greenaway e Phillips utilizzano tutti i mezzi a disposizione: i fotogrammi proliferano all’interno del frame, contenenti filmati di repertorio che si illuminano o risuonano con l’accompagnamento del testo recitato.
loading...