Dalla Laguna al Lungarno - Arsenale Cinema

Dalla Laguna al Lungarno

Da Lunedì 16 Ottobre 2017 a Domenica 22 Ottobre 2017

La 74a Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia è stata, secondo le voci più autorevoli, la più interessante edizione degli ultimi dieci anni, con un programma di altissimo livello, capace di intrecciare le forme visive e narrative apparentemente più distanti fra loro. Vero protagonista è stato il cinema italiano, che ha portato a casa premi, applausi e critiche positive da parte della stampa internazionale. Per il secondo anno consecutivo siamo ben lieti di proporre ai nostri soci, dal 16 al 22, una settimana di anteprime, prime visioni ed incontri con autori, selezionate tra le numerose sezioni del festival. Vincitore del Premio per il Miglior Film nel Concorso Orizzonti è NICO, 1988 di Susanna Nicchiarelli, che racconta gli ultimi anni di vita di Christa Päffgen, in arte Nico, musa di Andy Warhol e in gioventù cantante dei Velvet Underground. Sabato 21 alle 21.00 la pluripremiata regista Susanna Nicchiarelli sarà ospite dell'Arsenale per un incontro con il pubblico. Sempre dal Concorso Orizzonti arriva in prima visione GATTA CENERENTOLA di Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri e Dario Sansone, vero e proprio caso cinematografico di Venezia74, film d'animazione ambientato in una misteriosa Napoli del futuro, ispirato all’omonima fiaba di Giambattista Basile. La serata d'apertura della rassegna, Lunedì 16 alle 21.00, i registi Alessandro Rak e Dario Sansone presenteranno il film al pubblico in sala. Prima visione anche per VELENO di Diego Olivares, in concorso nella Settimana Internazionale della Critica e con protagonisti Luisa Ranieri e Salvatore Esposito, storia di un'umile famiglia di agricoltori che vive il dramma di una terra violata, contaminato dai veleni che criminali senza scrupoli hanno disseminato in buona parte del territorio. Tre le anteprime proposte nel corso delle giornate. Dal Concorso Venezia Classici-Documentari arriva in sala LA VOCE DI FANTOZZI di Mario Sesti, che si avvale della partecipazione di numerosi volti noti dello spettacolo, da Roberto Benigni a Renzo Arbore, fino agli artisti che lo hanno accompagnato nella sua lunga straordinaria carriera, per raccontare il Fantozzi di Paolo Villaggio, il ragioniere più amato d'Italia. Presentato in Venezia Classici-Restauri è invece LA DONNA SCIMMIA, capolavoro di Marco Ferreri restaurato dalla Cineteca di Bologna, che sarà proiettato per la prima volta sul grande schermo nella versione con tre differenti finali pensati dal regista. Dal ciclo di Proiezioni Speciali di Venezia74 proviene infine BARBIANA '65 – LA LEZIONE DI DON MILANI di Alessandro G.A. D'Alessandro, che attraverso immagini di repertorio ripercorre la storia di Don Lorenzo Milani e della sua esperienza intellettuale, radicale, utopica e politica, di livello europeo.


Nico, 1988

di Susanna Nicchiarelli

Miglior film di Orizzonti alla Mostra del Cinema di Venezia, acclamato dalla stampa nazionale ed internazionale, Nico, 1988 è un road-movie dedicato agli ultimi anni di Christa Päffgen, in arte Nico, musa di Warhol, cantante dei Velvet Underground e donna dalla bellezza leggendaria. Susanna Nicchiarelli dirige una straordinaria Trine Dyrholm, per raccontare la storia di una rinascita, di un’artista, di una madre, di una donna oltre la sua icona.

Veleno

di Diego Olivares

Cosimo e Rosaria vivono in un paese del casertano, dove cercano di tenere il loro allevamento di bufale al riparo dalle mire delle ecomafie, che stanno avvelenando il territorio attraverso l’interramento di rifiuti tossici. Il fratello di Cosimo, Ezio (co-proprietario della tenuta) e sua moglie Adele, sarebbero invece orientati a cedere alle pressioni dei clan, rappresentate dall’ambiguo avvocato Rino Caradonna, e a vendere la loro parte di terreno. Cosimo e Rosaria, che aspettano un bambino, non si danno per vinti, ma la coppia dovrà fare i conti col potere criminale che, nei fatti, soggioga l’intero paese…

Gatta Cenerentola

di Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri, Dario Sansone

Vittorio Basile è un armatore che inventa "un fiore all'occhiello dell'ingegneria navale italiana" per dare lustro alla città di Napoli. Ma l'avidità del faccendiere Salvatore Lo Giusto, detto 'o Re, e della bella Angelica Carannante, promessa sposa di Basile, mettono fine alla vita e ai sogni dell'armatore, lasciando la piccola Mia, figlia di primo letto di Vittorio, nelle grinfie della matrigna e dei suoi sei figli - cinque femmine e un "femminiello" - che affibbiano alla bambina il soprannome di Gatta Cenerentola. Riuscirà Primo Gemito, ex uomo della scorta di Basile, a riportare la legalità nel porto di Napoli e a sottrarre Cenerentola alla sua prigionia?

La voce di Fantozzi

di Mario Sesti

Numerosi volti noti dello spettacolo (da Roberto Benigni a Renzo Arbore, passando per il premio Nobel Dario Fo e per gli artisti che lo hanno accompagnato nella sua lunga straordinaria carriera) raccontano il Fantozzi di Paolo Villaggio, il ragioniere più amato d'Italia, nato nel 1967 all'interno del programma 'Il sabato del villaggio'.

Barbiana '65 - La lezione di Don Milani

di Alessandro G.A. D'Alessandro

Il recupero integrale del materiale filmato girato dal regista Angelo D’Alessandro nel dicembre del 1965 a Barbiana, protagonisti don Lorenzo Milani e i suoi allievi, diventa l’occasione per far riemergere con forza l’attualità del messaggio del Priore a cinquant’anni dalla morte e ricordare a tutti la sua grande lezione. E un pensiero – concreto – di straordinaria organicità, che fanno di Milani un’esperienza intellettuale, radicale, utopica e politica, di livello almeno europeo. Ben oltre i confini di un piccolo paese, di una nazione, e del suo tempo.

La donna scimmia

di Marco Ferreri

La donna scimmia di Marco Ferreri con Ugo Tognazzi, Annie Girardot, Linda De Felice; Italia, 1964, 92'. Anna ha il corpo coperto da una fitta peluria e per questa ragione vive isolata in un ospizio-ospedale. Un uomo di pochi scrupoli che vive d'espedienti la convince ad esibirsi come fenomeno in un baraccone. Illusa dall'attenzione che lui le dimostra, Anna accetta e l'uomo arriva anche a sposarla pur di legarla a sé.
loading...