Hollywood è lontana - Arsenale Cinema

Hollywood è lontana

Da Lunedì 13 Febbraio 2017 a Martedì 14 Febbraio 2017

Si dice che la Hollywood classica sia stata inventata dagli europei, ma il cinema del vecchio continente e quello del nuovo sembrano ora più distanti che mai. Raccontare la realtà nelle sue tante sfaccettature e senza ipocrisie resta la forza del cinema europeo di oggi, al centro della rassegna “Hollywood è lontana – Film, storie e protagonisti sotto il cielo europeo” che l'Arsenale propone Lunedì 13 e Martedì 14 in collaborazione con il Goethe Institut e l'Istituto Culturale Italo-Tedesco di Pisa. Attraverso tre documentari e tre film di finzione, si compone l’affresco di un’epoca di incertezza ma anche di grandi opportunità, in cui i temi chiave dell’integrazione e della società multietnica sono spesso affrontati proprio da registi tedeschi di origine straniera, come testimoniano ad esempio l’intenso Wir sind jung. Wir sind stark di Burhan Qurbani o la gustosa commedia in salsa montenegrina Sascha di Dennis Todorović. Costo del biglietto per singolo spettacolo a 3 €.


Neukolln Unlimited

di Agostino Imondi, Dietmar Ratsch

Lial, Hassan e Maradona vivono dalla loro più tenera infanzia nel quartiere berlinese di Neukölln. I fratelli Akkouch sono ballerini e musicisti di talento e sono conosciuti nel mondo della street dance e dell'hip hop anche oltre le frontiere tedesche. Ma hanno un problema: la loro famiglia, che vive illagelmante in Germania da 18 anni, rischia in continuazione di essere espulsa verso il Libano, il loro paese d'origine. Lial e Hassan, i soli ad aver ottenuto un permesso di soggiorno, cercano di sovvenire ai bisogni della loro famiglia attraverso il loro talento, ma le responsabilità e le pressioni che queste comportano costeranno loro un caro prezzo.

Kaddisch für einen Freund

di Leo Khasin

Ali si è appena stabilito a Berlino nella zona di Kiez-Kreuzberg. E' un profugo del Libano e la sua accettazione in Germania è a rischio. I bulli del quartiere lo sottopongono ad una prova di coraggio: rubare nell'appartamento di un anziano vicino, un emigrante ebreo russo. In seguito, Ali sarà costretto a farsi perdonare per evitare l'espulsione dal paese. Una storia commovente su un'amicizia impari.

Adopted

di Gudrun F. Widlok, Rouven Rech

Un documentario utopico che racconta di uno scambio interculturale molto insolito: alcune grandi famiglie africane “adottano” adulti europei, ormai alienati dalle loro famiglie. Il film, una coproduzione del Goethe-Institut di Accra, segue nel loro viaggio in Ghana tre europei selezionati dal progetto ADOPTED.

Land in Sicht

di Judith Keil, Antje Kruska

Bad Belzig, in Brandeburgo, a circa 80 chilometri a sud-ovest di Berlino: dal centro accoglienza dove si trovano, tre richiedenti asilo hanno davanti a sé un futuro incerto. Abdul, figlio di uno sceicco, viene dallo Yemen, Farid è fuggito dall’Iran, Brian è originario del Camerun. Tre destini diversi con diversi punti di partenza, riuniti nello stesso luogo, sebbene i tre non si incontrino mai nel film.

Sascha

di Dennis Todorović

La vita può essere maledettamente complicata! A maggior ragione, se hai 19 anni, credi “in qualche modo” di essere gay, provieni da una famiglia di immigrati montenegrini e sei tanto perdutamente quanto segretamente innamorato del tuo maestro di pianoforte.
loading...