L'ora lunga - Arsenale Cinema

L'ora lunga

Giovedì 15 Dicembre 2016

Buona parte del film di Enrico De Angelis si incentra su due persone scomparse; filmati realizzati quando erano ancora in vita permettono di evocarne la presenza e di riferire a lutti concreti quelle poesie sulla morte.


L'ora lunga

di Enrico De Angelis

Questo breve film è una meditazione sulla morte. Dodici liriche (o parti di liriche) forniscono prospettive diverse, a seconda delle caratteristiche degli autori, che sono appunto i più diversi: Goethe, Heine, Mörike, Mallarmé, Rilke, Pessoa, Auden, Pound, Machado, Benn, Montale, Szymborska. Si va dal sarcasmo o almeno dall'ironia, al paradosso, al disincanto. Ma c'è anche lo sguardo retrospettivo e amorevole, il bilancio nichilista, il tentativo di salvare il salvabile, lo spavento ingenuo, lo sguardo stupefatto sulla vita in prossimità della morte. Le immagini svolgono funzioni diverse. Narrano una vicenda (quando è possibile, come in Mörike o in Auden), altrimenti gareggiano in sarcasmo con il testo, illustrano un'ambientazione, interpretano, esplicano, estremizzano, puntualizzano.
loading...