Immagini dallo Yunnan a sud dei monti delle nubi - Cineclub Arsenale APS

loading...

IMMAGINI DALLO YUNNAN A SUD DEI MONTI DELLE NUBI


Descrizione

Non possiamo dire di aver visto la Cina e non possiamo neanche dire di aver visitato tutta la provincia dello Yunnan, meta dei nostri viaggi; possiamo solo raccontare la nostra esperienza, cercando di descrivere con le nostre immagini i luoghi e le persone che abbiamo avuto la fortuna di incontrare. Completamente a digiuno di qualsiasi informazione riguardante questo immenso Paese, decidiamo di chiedere consiglio ad alcuni amici cinesi su quale fosse la provincia più interessante da cui iniziare la scoperta del popolo cinese. È così che decidiamo di partire per lo Yunnan, provincia che si trova a sud-ovest della Cina, il cui nome significa "a sud delle nuvole". Un territorio ricco di colori che racchiude in sé tutte le forme possibili della natura, dalle bianche montagne innevate del vicino Tibet alle verdi e lussureggianti foreste tropicali con elefanti e tigri del sud nel Xishuangbanna, passando da paesaggi scolpiti dal tempo e dall’uomo, come le rosse colline coltivate a colza di Dongchuan o i monumentali terrazzamenti di risaie delle montagne intorno a Yuanyang. E se questo non fosse sufficiente, lo Yunnan è anche la provincia che ospita la più alta diversità di gruppi etnici di tutta la Cina. La nostra idea di viaggio da sempre è rivolta a comprendere realtà e popoli, scoprire ciò che ci accomuna e ciò che ci rende diversi, lontani dai classici circuiti turistici e dai vacanzieri “mordi e fuggi". Partiamo dunque con due zaini, un frasario delle necessità e la conoscenza di più o meno 100 parole cinesi senza le quali sarebbe di sicuro complicato muoversi. Un viaggio che ci porta in un Paese dove tutto è diverso, straniero, a volte per noi addirittura esagerato. Non esistono vie di mezzo, nei colori, nel cibo, nei negozi, negli odori, nei mercati. Siamo circondati, catturati, travolti da un caleidoscopio di emozioni talmente varie che ne usciamo felicemente storditi. Abbiamo da subito dimenticato il tranquillo anonimato dell'essere persone ordinarie: siamo stati infatti fermati, fotografati, intervistati da persone incuriosite di imbattersi in due occidentali, sia che fossimo su bus sgangherati di piccoli paesi agricoli sia che viaggiassimo sul treno ultramoderno e superveloce. In quella realtà quelli “strani” diventiamo proprio noi, e questa cosa ci diverte non poco. Siamo accolti con curiosità, a volte anche con un po’ di diffidenza, ma nella maggior parte dei casi con così tanta amicizia, generosità e cordialità che contribuiscono a farci innamorare del popolo cinese. Attraverso questa mostra, attraverso i nostri occhi e il nostro cuore, speriamo di far rivivere le emozioni da noi vissute e di invogliare il pubblico a conoscere una piccola parte di Cina e, magari, a prenotare il biglietto aereo per partire alla scoperta di una cultura meravigliosa.