Furiosa - A Mad Max saga - Cineclub Arsenale APS

loading...

FURIOSA - A MAD MAX SAGA

di George Miller

Durata: 148'
Luogo, Anno: Australia 2024
Cast: Anya Taylor-Joy, Chris Hemsworth, Alyla Browne, Tom Burke, Yahya Abdul-Mateen


Sinossi

Dopo il tracollo della nostra civiltà, la giovane Furiosa viene rapita dall'orda di biker guidati dal signore della guerra Dementus. Furiosa dovrà superare molte difficoltà nel mezzo di uno scontro tra due bande, tanto che perderà il suo braccio e dovrà sostituirlo con una protesi meccanica. Il nuovo capitolo della saga di Mad Max (ma questa volta senza Mad Max), sarà ancora una volta diretto da George Miller.

In programmazione

Critica

C'è una bambina coi capelli rossi nel giardino dell'Eden, una terra verde da qualche parte nel deserto australiano dove la gente vive in pace e coglie le mele senza peccato. Ma l'irruzione di barbari mascherati, strappa la bambina alla sua mamma e al suo paradiso per andare incontro a un destino di dominazione, non senza lottare. Perché Little D, così la battezza il sanguinario Dementus, non si arrende e si fa posto in un mondo di uomini, cresce in mezzo a loro ma diversa da loro. Lo sguardo all'orizzonte e un chiodo fisso nella testa. Il piano è vendicare la morte della madre e ritornare a casa. Dementus non sente ragione e le mette di nuovo il bastone tra le 'ruote'. Ceduta per una manciata di benzina e un misero privilegio all'Immortan Joe, sovrano mostruoso della Cittadella, Furiosa farà fruttare l'esilio sviluppando competenza e bellezza, la bellezza dei giusti.

Non osavamo sognarlo ma George Miller lo ha fatto ancora, a settantanove anni firma un'altra epopea folgorante dove Mad Max, eroe motorizzato, non compare più.

Furiosa: A Mad Max Saga racconta l'infanzia e la giovinezza di una bambina nata in un'oasi di pace e di donne, rapita dal cattivo di turno e finita nel clan di un tiranno rock che ha l'età delle sue articolazioni.

Bastano una manciata di secondi per capire che siamo di nuovo a casa, in uno spazio comune, in un luogo caro, nel deserto rosso di George Miller, cavalcato dal 1979 con un incredibile successione di inseguimenti 'a motore' e creativamente armati.

Film più lungo della saga, Furiosa salta alla gola e non molla la presa per due ore e ventotto minuti, interrogandoci sul sapore delle lacrime e il significato della vendetta. Temi e motivi sono quelli di sempre (viaggio dell'eroe, traumi infantili, bambini perduti, miti che consolano, speranza dietro la prossima duna), come le influenze (fumetti, western, film muti, film di samurai, di vendetta e di cuori che si fermano e ripartono), riformulate in una forma sovrana e prepotente.

Un racconto formidabile e brutale, rinvenuto nella sabbia e risalente all'età della pietra o forse più avanti, nel nostro imminente futuro. Il film è un'estensione del capitolo precedente e insieme la sua antitesi. È un'espansione smodata, coi suoi spostamenti furibondi, i suoi giorni irreali e le sue notti elettriche, ma è anche l'opposizione alla tesi di Fury Road, che filava dritto come un treno da un punto all'altro e ritorno, tra rettilinei e deragliamenti.

mymovies.it