L'Arsenale è un Cineclub e l’ingresso è riservato ai soci possessori di tessera annuale.

La battaglia di Hacksaw Ridge - Arsenale Cinema

loading...

La battaglia di Hacksaw Ridge

di Mel Gibson


Sinossi

1942, il giovane Desmond Doss, obiettore di coscienza per motivi religiosi e figlio di un veterano della Prima Guerra Mondiale, decide di arruolarsi per servire il proprio Paese. Dopo un addestramento duro e a tratti umiliante, viene ufficialmente designato come soccorritore nella cruenta battaglia di Okinawa. Senza mai imbracciare un arma, Doss dimostrerà a tutti di essere un grandissimo eroe salvando la vita a 75 uomini e diventando il primo obiettore insignito della Medaglia d’Onore del Congresso, la più alta onorificenza militare Americana.


Critica

“Io odio la guerra. Però amo i guerrieri”. È la geniale affermazione fatta da Mel Gibson in conferenza stampa alla presentazione di La battaglia di Hacksaw Ridge, il suo film di guerra presentato ieri fuori concorso a Venezia. Con quella frase Gibson sintetizza in modo perfetto quella che è la posta in palio etica di questo film bellicista eppure di straordinario interesse e densità.

La battaglia di Hacksaw Ridge è un esempio di film ideologicamente radicale. E poco importa che si tratti di un film radicalmente reazionario e conservatore; non è un film pacifista, ma non è nemmeno un’apologia della guerra fine a sé stessa. È un film che attraverso la guerra vuole porre un problema di etica e di posizione soggettiva. La qualità e il contenuto di questa posizione potranno magari non piacere a chi è allergico per ragioni politiche contingenti all’estremismo conservatore americano, ma è indubbio che Gibson riesca a costruire questo sguardo con un coinvolgimento che difficilmente può farci rimanere “neutrali” e distaccati.

Pietro Bianchi, cineforum.it

 

Scheda
Titolo: La battaglia di Hacksaw Ridge
Regia di: Mel Gibson
Durata: 131'
Luogo, Anno: USA, 2016
Cast: Andrew Garfield, Teresa Palmer, Sam Worthington, Vince Vaughn, Luke Bracey

In programmazione