Le ricette dello chef Antonio per la rivoluzione - Cineclub Arsenale APS

loading...

LE RICETTE DELLO CHEF ANTONIO PER LA RIVOLUZIONE

di Trevor Graham

Durata: 99'
Luogo, Anno: Italia/Australia, 2021
Cast: Antonio De Benedetto, Jessica Berta, Mirko Piras


Sinossi

Antonio de Benedetto è uno chef italiano con una missione: cambiare il mondo attraverso il cibo. I suoi apprendisti in cucina sono Mirko Piras, un ragazzo nato con la sindrome di Down e che spera di diventare un grande chef “proprio come Antonio”, e Jessica Berta, che sogna di diventare una pasticcera. La loro cucina è il cuore pulsante di un ristorante e di un hotel, unici e rivoluzionari. Entrambi hanno uno staff di giovani uomini e donne con la sindrome di Down o con disabilità intellettive che arrivano da tutta Italia per formarsi e lavorare nel campo alberghiero così da poter prendere posto al tavolo della vita. È il loro percorso verso la libertà e l’indipendenza.


Critica

Una deliziosa e piacevole storia con antipasto, portata principale e dessert. È questo Le ricette dello Chef Antonio per la rivoluzione, documentario firmato da Trevor Graham, un regista australiano attivo da più di quarant’anni. La Sarraz Distribuzione porterà il film in sala il prossimo 21 marzo, in occasione della Giornata Mondiale della Sindrome di Down. Le ricette dello Chef Antonio per la rivoluzione riflette su un tema a noi caro, la normalità. La normalità di Le ricette dello Chef Antonio per la rivoluzione passa attraverso la realtà dell’Albergo Etico. Antonio De Benedetto è uno chef italiano con un’ambiziosa missione: cambiare il mondo attraverso il cibo. Per farlo, ha dato vita a un ristorante e un hotel nei quali lo staff è composto in larga parte da giovani uomini e donne con disabilità che arrivano da tutta Italia per formarsi e lavorare. Questi ragazzi e ragazze, ognuno con i propri sogni e progetti per il futuro, vengono formati da Antonio per affrontare un percorso verso la libertà e l’indipendenza. Tutto è cominciato quando Antonio De Benedetto ha accolto con entusiasmo Niccolò nel proprio ristorante. Quello che inizialmente era un contratto di stage di poche settimane, nel giro di breve tempo si è trasformato in un sogno concreto, in un’esperienza che ha coinvolto numerosi ragazzi e ragazze in tutto il mondo, da Asti all’Australia.

thewom.it