Non-Fiction - Arsenale Cinema

loading...

Non-Fiction

di Olivier Assayas


Sinossi

Alain è un editore inquieto che ama Selena ma la tradisce con la sua assistente, che odia l'ultimo libro di Léonard ma lo pubblica, che ama le vecchie edizioni ma ragiona sull'Espresso Book Machine. Léonard è uno scrittore 'confidenziale' che ama sua moglie ma la tradisce con Selena. Depresso e lunare, scrive da anni lo stesso libro ed è narcisisticamente incompatibile con la sua epoca. Tra loro fa la sponda Selena, attrice di teatro convertita alla serie televisiva. Al seno di una società upgrade e dentro un mondo divenuto virtuale, conversano, mangiano, bevono e fanno (sempre) l'amore.


Critica

Che dire? Un film come il delizioso Doubles Vies (Non-Fiction) di Olivier Assayas da noi in Italia non sarebbe possibile. Per farlo bisogna avere dietro una tradizione di cinema letterario così consolidata che quando vedi un gruppo di personaggi intenti a disquisire di sopravvivenza del libro cartaceo, inevitabilità della digitalizzazione e messaggio politico ridotto a misura di tweet; beh, non pensi a un film «colto» o alle stupide chiacchiere di una banda di radical chic, categoria dai nostri sovranisti oltremodo demonizzata. Pensi di avere di fronte persone normali che, essendo di professione editori o scrittori, parlano di alcune cose e non di altre; mentre a conferire loro consistenza umana provvedono interpreti come Juliette Binoche, Guillaume Canet e Vincent Macaigne, assolutamente accattivanti nel porre e porsi con leggiadra (auto)ironia ansiosi interrogativi sui destabilizzanti meccanismi di cambiamento in atto in un mondo in corsa verso un'incerta visione di futuro.

Alessandra Levantesi Kezich, La Stampa 1 settembre 2018

 

Scheda
Titolo: Non-Fiction
Regia di: Olivier Assayas
Durata: 100'
Luogo, Anno: Francia, 2018
Cast: Guillaume Canet, Juliette Binoche, Vincent Macaigne

In programmazione