RADICI - VIAGGIO ALLE SORGENTI DELLA MUSICA POPOLARE - Arsenale Cinema

loading...

RADICI - VIAGGIO ALLE SORGENTI DELLA MUSICA POPOLARE

di Luigi Monardo Faccini


Sinossi

Un documentario che ripercorre il lavoro di ricerca musicale effettuato nel 1954 da due importanti musicologi del tempo. Il primo è l'americano Alan Lomax, noto per aver fatto conoscere il blues dei figli degli schiavi afroamericani, mentre il secondo, Diego Carpitella, è stato uno dei maggiori etnomusicologi italiani. I due studiosi hanno intrapreso un viaggio per lo stivale italico a metà del Novecento a caccia di canti popolari. Muniti di registratore e brama di sapere, attraversando le varie regioni con un pulmino Volkswagen, Lomax e Carpitella hanno danno vita, al termine del loro viaggio, alla raccolta di musica popolare italiana, simbolo di una voce profonda che canta a squarciagola chi so no e da dove vengono gli italiani. Un racconto alla scoperta delle radici fatto di canti, accordi e note, che Faccini ha narrato insieme ad Ambrogio Sparagna e altri fidati compagni e artisti. Non solo documenti sonori, ma anche cartacei e fotografici hanno contribuito alla realizzazione di questo documentario, simbolo di un'identità nazionale. Ed è così che in un film viene mostrato parte di quello studio effettuato in quel non molto lontano 1954, che ha portato Lomax ad affermare con certezza che la musica della nostra terra sia la più varia del Mediterraneo, condita dall'energia del blues, dal fervore delle worksongs e da un filo poco visibile che lega l'Italia all'Africa, all'America e alle terre del Nord.


Critica

Due giganti della ricerca musicale, Alan Lomax e Diego Carpitella, partono con un registratore per il loro viaggio in Italia e ci regalano le musiche da cui veniamo. Due film che si intersecano: uno, a colori, sulla musica popolare italiana di oggi, quella che più mantiene vive le proprie origini e funzioni identitarie e uno, in bianco e nero, sulla musica popolare del passato, che si avvale del repertorio dell'Istituto Luce per ripercorrere alcune delle tappe del viaggio in Italia che Alan Lomax e Diego Carpitella fecero nel 1954-55, registrando e salvando tutto ciò che stava per scomparire nella vorticosa trasformazione socio-economica del nostro paese sfociata nel boom economico degli anni '60. Luigi Faccini, che vanta una lunga e proficua attività di giornalista/documentarista, ce ne offre l'occasione con questa sua opera che non poteva avere altro titolo. Si parla di radici profonde, radici che trovano nel canto, spesso di lavoro ma non solo, la loro modalità di espressione più sinceramente popolare. Chi avesse creduto che con la Nuova Compagnia di Canto Popolare e con il suo più famoso spettacolo "La gatta cenerentola" si fosse chiuso definitivamente un ciclo di ricerche sul canto che nasce dal basso ha l'occasione per ricredersi.

Faccini fa bene ad intrecciare i due livelli di cui sopra. Non solo per rievocare la passione di due autentici cultori della musica ma per mostrare come ancora oggi, in tempi di omologazione culturale diffusa, ci sia chi non ha dimenticato quella lezione e ne continui l'attività. Sia sul piano più nascosto degli studi e dell'archiviazione sia su quello più esplicito dell'esibizione spettacolare, c'è ancora chi opera affinché non vada persa una memoria che è fondamentale non solo sul piano strettamente filologico ma su quello di modalità di messa in comune di sofferenze e speranze tramutate in canto. Faccini ci propone un viaggio che, con Lomax, parte dagli schiavi afroamericani e dalle origini del blues per approdare alle nostre spiagge e montagne. Lo fa mettendo in luce le specificità regionali ma, al contempo, evitando ogni facile campanilismo canoro/strumentale. Ci consente infatti di scoprire fil rouge inattesi (perlomeno da parte di chi non è addentro alla materia) su temi e partiture che attraversano l'intera penisola offrendoci un paesaggio musicale nel quale si è immerso per comunicarcene la bellezza.

Giancarlo Zappoli, mymovies.it

Scheda
Titolo: RADICI - VIAGGIO ALLE SORGENTI DELLA MUSICA POPOLARE
Regia di: Luigi Monardo Faccini
Durata: 75'
Luogo, Anno: Italia, 2019
Cast:

In programmazione