Superluna - Cineclub Arsenale APS

loading...

SUPERLUNA

di Federico Bondi

Durata: 101'
Luogo, Anno: ITA 2023
Cast: Francesca Raffone, Olivia La Terra Pirrè, Antonia Truppo, Lino Musella


Sinossi

Superluna, il film diretto Federico Bondi, si svolge a Isola Rotonda, una piccola comunità ligure.

Dopo una forte scossa di terremoto che non provoca vittime o danni ingenti, gli abitanti sono comunque costretti a lasciare le loro abitazioni per un periodo per andare vivere tutti insieme nelle tende della Protezione Civile. Tra loro ci sono il benzinaio e la sua famiglia, il muratore e la parrucchiera, il vecchio maresciallo e sua moglie, e Viola, una bambina che deve stare col papà perché la mamma è incita ed è stata ricoverata.

Per Viola è tutto nuovo ed eccitante, le sembra di vivere un’avventura straordinaria. Tutti sembrano più interessanti e divertenti da quando vivono insieme nel campo.

Quando arriva anche Anna, una sua coetanea, a Viola sembra di essere in vacanza. Le due bambine diventano inseparabili e sempre pronte ad esplorare il mondo, reso meraviglioso dal terremoto che loro vedono come un amico.


Critica

Isolarotonda. Un terremoto colpisce la piccola comunità. Non ci sono né morti, né feriti, ma tutti sono costretti a lasciare le proprie case e a vivere insieme dentro le tende della Protezione Civile. Ci sono i benzinai e la loro figlia ventenne, il muratore e la parrucchiera, il vecchio maresciallo con la moglie, e quel solitario di Pigiama. E poi c’è Viola, una bambina di dieci anni. La sua mamma, al sesto mese di gravidanza, è stata ricoverata in ospedale e lei è rimasta sola con il papà. Tra i nuovi arrivati, c’è anche la famiglia di Anna, una sua coetanea. Manca solo Pasquale, che sembra essere svanito nel nulla.

È Superluna, presentato fuori concorso ad Alice nella città, film scritto e diretto da Federico Bondi, racconto di una comunità scossa, ma al tempo stesso unita. Naturalità e spontaneità sono le armi vincenti di questa storia. Caratteristiche rese evidenti non solo dall’ottimo cast composto da: Francesca Raffone, Olivia La Terra Pirrè, Antonia Truppo, Lino Musella, Carmen Pommella, Vincenzo Pirrotta, Anna Bellato, Max Malatesta, Francesca De Sapio, Fabrizio Rongione.

Ma anche dalla sceneggiatura, davvero ben scritta: donne con la ricrescita che devono fare la tinta, coppie che dormono tutte insieme sotto un grande tendone, zainetti aperti, uomini che puzzano, piedi fastidiosi e cellulari che interrompono partite a carte.

È un’umanità che cerca di trovare un equilibrio nella precarietà perché di fronte alle grandi calamità naturali: “o ci si abitua o si impazzisce”. Un’umanità che però non perde la gioia di condividere, di stare insieme e di poter guardare la luna più grande degli ultimi sessant’anni.

cinematografo.it