The Front Runner - Il Vizio del Potere - Cineclub Arsenale APS

loading...

The Front Runner - Il Vizio del Potere

di Jason Reitman

Durata: 113'
Luogo, Anno: USA, 2019
Cast: Hugh Jackman, Vera Farmiga, Alfred Molina


Sinossi

The Front Runner, il film diretto da Jason Reitman, racconta la sfortunata vicenda del democratico Gary Hart (Hugh Jackman) che nel 1988 fu costretto ad abbandonare la corsa alle elezioni presidenziali a causa di una relazione illecita con Donna Rice (Sara Paxton). Al suo posto vinse il ticket Michael Dukakis che, come sappiamo, fu sconfitto dal repubblicano George Bush.

In programmazione

Critica

L'intrigo di The Front Runner - Il vizio del potere, l'impatto mediatico di uno scandalo sessuale sulla carriera di un politico, non è originale ma ha il merito di rammentarci un'epoca in cui la trasgressione a una norma offendeva la coscienza, scioccava l'opinione pubblica e fotteva la corsa del senatore di turno.

Un periodo in cui il 'carattere' di un leader (ancora) contava. La storia di Gary Hart, candidato del partito democratico alle presidenziali del 1988 liquidato in una notte per adulterio, fece molto scalpore a suo tempo ma è stata rimpiazzata negli anni e nell'immaginario collettivo da episodi della stessa natura. Ironia della sorte, i bersagli successivi hanno retto il colpo e conservato il posto. Bill Clinton non è forse sopravvissuto dieci anni dopo allo scandalo Lewinsky? Donald Trump non è il presidente degli Stati Uniti? Frank Underwood non è il presidente (finzionale) il cui successo è direttamente proporzionale alle sue nefandezze?

Political drama di Jason Reitman, The Front Runner sigla la fine di una carriera e racconta l'inizio di una tendenza giornalistica: pensare e trattare i politici come star hollywoodiane. Il caso Gary Hart è il debutto della politica tabloid che non fa più nessuna distinzione tra la vita pubblica e quella privata dei candidati. Dopo Il caso Spotlight e The Post, elegie di quella che fu l'età d'oro del giornalismo, The Front Runner spariglia le carte e richiama la stampa alle sue responsabilità.

Marzia Gandolfi, mymovies.it