Dalla Laguna al Lungarno - Arsenale Cinema

Dalla Laguna al Lungarno

Da Martedì 1 Ottobre 2019 a Domenica 6 Ottobre 2019

Quarta edizione per la rassegna che porta a Pisa la magia della settima arte dal Festival del cinema di Venezia. Dal Concorso Venezia76 arrivano in anteprima Ema, il nuovo capolavoro di Pablo Larrain, e in evento speciale Il sindaco del Rione Sanità, che il Sabato 5 alle 20.30 sarà presentato in sala dal regista Mario Martone (il 30 Settembre, 1 e 2 Ottobre il film sarà in sala a Pisa presso il Cinema Odeon). Dalla sezione Orizzonti arriva in anteprima Madre di Rodrigo Sorogoyen, vincitore del premio per la Miglior interpretazione femminile. Anteprima, da Venezia Classici Documentari, anche per Fulci For Fake che Venerdì 4 alle 22.30 sarà presentato dal regista Simone Scafidi in un evento in collaborazione con il Fi.Pi.Li Horror Festival, introdotto dal dj-set a tema Fulci di Meo Dj. Lunedì 1 alle 21.00, Bruna Niccoli, Storica del costume e della moda (Università di Pisa) introduce House of Cardin di P. David Ebersole, Todd Hughes, presentato in anteprima dopo le Giornate degli Autori. Sempre in anteprima arriva il vincitore del Premio per il Miglior restauro da Venezia Classici, Exstase (Estasi) di Gustav Machatý. Prima visione dalla sezione Sconfini per Effetto Domino di Alessandro Rossetto e da Fuori Concorso per Il pianeta in mare di Andrea Segre. L'evento è realizzato con il contributo della Fondazione Pisa, e la media partnership de Il Tirreno.


EMA

di Pablo Larraín

con Gael García Bernal, Santiago Cabrera, Mariana Loyola

Ema è fuoco che brucia, Gastón il focolare che lo contiene. Lei è una ballerina, lui il suo coreografo. Insieme hanno adottato Polo, insieme hanno fallito la sua adozione. Incapaci di gestire i suoi traumi, lo hanno 'restituito' ai servizi sociali e adesso navigano a vista tra rimorsi e accuse. Ema vuole il divorzio e si rivolge all'avvocato che ha accolto Polo dopo il loro fallimento. La donna, ignara delle reali intenzioni di Ema, se ne innamora come il marito, un pompiere avvenente sedotto dopo l'incendio doloso della propria auto. Perché Ema ha un piano e niente può fermarla.

Il Sindaco del Rione Sanità

di Mario Martone

con Francesco Di Leva, Roberto De Francesco, Massimiliano Gallo

Napoli, oggi. Antonio Barracano "sistema le cose" e risolve problemi: gli "ignoranti" che non hanno santi in paradiso si rivolgono a lui perché interceda in loro favore e Barracano, soprannominato "il sindaco", si presta volentieri a fare da mediatore, sulla forza della sua reputazione e del timore che sa incutere anche nei malviventi più incalliti del rione Sanità. Uno dopo l'altro, gli si presentano due guappi che "si sono sparati" (quasi) per sbaglio, un padre di famiglia taglieggiato da un usuraio, e il figlio di un panettiere che ha diseredato la progenie. E il "sindaco" mette tutto (e tutti) a posto, esponendosi in prima persona, nel ricordo delle ingiustizie subìte da ragazzo, quando era vittima dell'"astuzia che si mangia l'ignoranza".

House of Cardin

di P. David Ebersole, Todd Hughes

con Pierre Cardin, Sharon Stone, Naomi Campbell

Il documentario diretto da P. David Ebersole e Todd Hughes vuole rispondere alla domanda: chi è Pierre Cardin? Qual è la storia dietro questa icona leggendaria? House of Cardin racconta la vita di Pierre Cardin attraverso gli archivi personali, a cui nessuno mai aveva avuto accesso completo. Una vera impresa ricostruire una vita di 97 anni in 97 minuti di film. Pierre Cardin è stato il primo stilista francese a sfilare sulla Grande Muraglia cinese, per cercare di unire culture e persone diverse attraverso il linguaggio universale della moda. Cardin è stato un vero pioniere, compreso l’aver voluto per primo mannequin orientali o di colore, come sottolinea Dionne Warwick. Nel film ci sono le testimonianze di Naomi Campbell, Alice Cooper, Dionne Warwick, Kenzo, Hanae Mori, Jean Michel Jarre, Sharon Stone, Philippe Starck, Jean Paul Gautier. Personalità che a vario titolo hanno condiviso momenti di vita con il grande stilista. Emozionante la parte del documentario in cui viene ricordata la grande attrice Jeanne Moreau, molto legata a Cardin, ed il rapporto con André Oliver, prematuramente scomparso nei primi anni Novanta e che lascerà lo stilista con un grande rimpianto.

EXTASE (ESTASI)

di Gustav Machatý

con Hedy Lamarr, Aribert Mog, Zvonimir Rogoz

È la semplice storia d'amore, con risvolti freudiani, di una giovane sposa il cui desiderio d'amore inappagato la porterà al tradimento del marito.

Fulci For Fake

di Simone Scafidi

L'attore Nicola "Nick" Nocella (Il figlio più piccolo, Easy - Un viaggio facile facile), diretto da un misterioso regista danese di nome Saigon, deve documentarsi per interpretare il personaggio del regista Lucio Fulci (Roma, 1927 - 1996). Per farlo incontra amici e colleghi di set, ma soprattutto le figlie, conoscitrici profonde dell'opera del padre: Antonella e Camilla, assistente nei suoi ultimi cinque set, accreditata come Camille Folsom.

MADRE

di Rodrigo Sorogoyen

con Marta Nieto, Jules Porier, Àlex Brendemühl

Sono trascorsi dieci anni dalla scomparsa del figlio di Elena, allora un bambino di sei anni. Dieci anni da quella telefonata in cui, solo e sperduto su una spiaggia delle Landes, le aveva detto che non riusciva più a trovare suo padre. Oggi Elena vive su quella spiaggia e lavora in un ristorante in riva al mare. Devastata da quel tragico episodio, va avanti con la sua vita, alla meno peggio. Fino al giorno in cui incontra un adolescente che le ricorda troppo il figlio scomparso.

Il pianeta in mare

di Andrea Segre

Marghera nel documentario di Andrea Segre appare come un luogo irreale e astratto, uno spazio metafisico e ancorato, intersecato di viali che si prolungano all’infinito, cesellato di piccole case geometriche isolate nel verde. La sua immagine speculare è il porto commerciale, caotico e decaduto, duemila ettari di industria e cantiere, 135 chilometri di binari, 18 canali portuali, quaranta di strade interne dove il regista incontra impiegati in pensione, manager, operai stranieri, camionisti e la cuoca dell’ultima trattoria rimasta. Avamposto a prezzi modici per avventori sopravvissuti alla fine del Petrolchimico.

Effetto Domino

di Alessandro Rossetto

con Marco Paolini, Mirko Artuso, Nicoletta Maragno

Nordest italiano, una località termale che ha visto decine di alberghi cadere vittime della crisi. Gianni Colombo, geometra specializzato nel mercato immobiliare che da mesi non conclude un affare, ha un'idea: rilevare venti hotel in disuso e trasformarli in residenze di lusso per pensionati facoltosi desiderosi di trascorrere la terza età in un "paradiso senza Dio". Colombo coinvolge nell'impresa Franco Rampazzo, un ex muratore che, grazie al lavoro di una vita, ha procurato una tranquilla esistenza borghese alla moglie e alle due figlie. Rampazzo, che ha una pala e un piccone tatuati sul braccio, vuole solo "tornare a costruire": restando a braccia incrociate si era chiuso in se stesso e aveva rischiato di perdersi. Colombo e Rampazzo si sentono due bucanieri alla conquista del riscatto loro negato dal crollo economico. E il loro piano di riscossa è quello di un'intera nazione.
 
loading...