IMAGE.IN - MOLTE STORIE CON OCCHI DIVERSI - Arsenale Cinema

IMAGE.IN - MOLTE STORIE CON OCCHI DIVERSI

Mercoledì 12 Giugno 2019

E' giunto al termine il laboratorio video del Progetto Europeo Image-In, un nuovo approccio per rinforzare l'integrazione culturale dei giovani rifugiati attraverso il potere dell'immagine. Lungo cinque mesi di incontri di formazione, un gruppo di giovani stranieri e italiani hanno avuto modo di apprendere le tecniche di regia cinematografica all'interno di un corso gratuito condotto da professionisti del settore. Mercoledì 12 a partire dalle 20.30 i cortometraggi realizzati dal gruppo di ragazzi e ragazze che hanno preso parte al progetto saranno proiettati sul grande schermo dell'Arsenale alla presenza degli autori. A seguire sarà proiettato Go Home – A casa loro di Luna Gualano, film indipendente per cui il fumettista Zerocalcare ha disegnato il manifesto, la cui produzione presenta molte analogie con l'idea che sta alla base di Image.In. A Roma, durante una manifestazione contro l’apertura di un centro d’accoglienza, si scatena un’apocalisse zombie ed Enrico, ragazzo di estrema destra, si mette al riparo all'interno del centro, mentendo sulla sua identità. L'unico luogo sicuro è quel centro d'accoglienza che lui non voleva, mentre fuori i morti camminano sulla terra. La lavorazione del film parte da un laboratorio gratuito di cinema rivolto a tutti i migranti presenti sul territorio romano e i partecipanti al laboratorio hanno preso parte alle riprese del film, in veste di attori o di membri della troupe. Image.In ha per capofila l'Alfea Cinematografica, è co-finanziato dal Programma Erasmus+ dell'Unione Europea e vede il Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere dell'Università di Pisa coinvolto come partner associato e la collaborazione di Croce Rossa Italiana – Comitato di Pisa. Serata ad ingresso gratuito.


Go Home - A Casa Loro

di Luna Gualano

con Antonio Bannò, Sidy Diop, Mounis Firwana, Shiek Dauda, Cyril Dorand Nzeugang Domche

Un'apocalisse zombie, tutti che lottano per rimanere in vita e un centro d'accoglienza, l'unico luogo rimasto sicuro.
 
loading...