Anémic Cinéma - Cineclub Arsenale APS

loading...

Anémic Cinéma

di Marcel Duchamp, Man Ray

Durata: 7'
Luogo, Anno: Francia,1926
Cast:


Sinossi

Duchamp diede vita al dada americano, insieme a Picabia e Ray, giungendo a New York con una palla di vetro contenente aria di Parigi. Questo film è il suo primo esperimento cinematografico. Una serie di dischi a spirale girano creando un effetto quasi ipnotico e su cui sono impresse frasi. Il titolo è speculare alla parola cinema. Quasi un film d'animazione.

In programmazione

Critica

Dischi circolari rotanti che creano forme “anemiche” si alternano ad altri dischi contenenti complessi giochi di parole.

Pittore, scultore, artista concettuale vicino al dadaismo e al surrealismo, oltre che ideatore del ready-made, Marcel Duchamp (1887-1968) si avvicinò al mondo del cinema con questo piccolo progetto sperimentale, assimilabile alla corrente dada degli anni Venti. È un'operazione che va contro al cinema narrativo e punta all'arte più pura: un passo interessante per l'avanguardia francese del decennio, seppur meno significativo di altri progetti simili (si pensi al Ballet mécanique del 1923 di Fernand Léger). I filmati sono stati realizzati con l'aiuto dell'amico e collega Man Ray (Retour à la raison del 1923). Anémic (oltre a fare riferimento allo “stile” utilizzato) è anche un anagramma di “cinema”. Firmato da Duchamp con il suo noto pseudonimo “Rrose Sélavy”, gioco di parole su Eros, c'est la vie (L'eros è la vita).

longtake.it

placeholder