Cronaca di un amore - Cineclub Arsenale APS

loading...

Cronaca di un amore

di Michelangelo Antonioni

Durata: 110'
Luogo, Anno: Italia, 1950
Cast: Massimo Girotti, Lucia Bosè, Gino Rossi


Sinossi

Paola Molon è sposata con Enrico Fontana, un facoltoso uomo d'affari di Milano. L'uomo assume un investigatore privato per ottenere delle informazioni sul passato di sua moglie, e scopre che Paola, ancora a Ferrara, qualche mese prima di sposarlo aveva avuto una relazione con un certo Guido, allora ufficialmente fidanzato con un'amica di Paola. La relazione si era bruscamente interrotta quando la fidanzata di Guido era morta in uno strano incidente in ascensore.

In programmazione

Critica

Primo lungometraggio di Michelangelo Antonioni, ed è la nascita di un autore che segnerà la storia del cinema. È il 1950, il regista ferrarese gira questa storia di amore e tradimento, colpa e perdizione negli ambienti della borghesia (milanese), allora così poco indagata da un cinema tardo-neorealista che privilegiava le strade e i sobborghi popolari. Un meraviglioso bianco e nero, due interpreti che non si dimenticano: lui è il viscontiano Massimo Girotti, uno dei più bei volti virili del cinema italiano di sempre, lei è una Lucia Bosè agli inizi, di una bellezza che lascia senza fiato. Antonioni scruta facce e ambienti con sequenze lunghe e con avvolgenti movimenti di macchina che già lasciano presagire i futuri, leggendari piani-sequenza dei suoi capolavori. Raggelando con lo stile una narrazione che sfiora il mélo e il noir, con due ex amanti che si ritrovano dopo essersi lasciati anni prima e progettano di uccidere il marito di lei. Con qualche richiamo, anche per via della presenza di Girotti, a Ossessione di Visconti. Non si può non vedere Cronaca di un amore.

Nuovocinemalocatelli.com