INTERVISTA IMPOSSIBILE A GALILEO - Arsenale Cinema

loading...

INTERVISTA IMPOSSIBILE A GALILEO

di Stefano Nannipieri


Sinossi

Andrea Camilleri e l'attore Roberto Scarpa celebrano l'anno galileiano interpretando una "Intervista impossibile a Galileo Galilei" scritta dallo stesso Camilleri.


Critica

Camilleri assume il ruolo dell'intervistatore, spalla di Scarpa, vero mattatore della pièce. Durante la rappresentazione emergono le contraddizioni dell' "essere galileiano": divertenti aneddoti su un presunto Galileo voyeur che avrebbe usato il cannocchiale, nelle sue primissime applicazioni, per spiare una sua piacente vicina. Un Galileo svagato e necessariamente opportunista, costretto troppo spesso a rincorrere una sussistenza difficile che viene risolta solo quando inventi qualcosa che aiuti i potenti a vincere le guerre.

Galileo è rappresentato come un geloso e attento guardiano della libertà, anche a costo di manovre che la storiografia ha affrontato con un giudizio non sempre all'altezza del personaggio e delle sue ragioni. Sintomatico il passaggio in cui Camilleri gli domanda se conosce un certo Bertolt Brecht, che "avrebbe scritto un dramma sulla sua vicenda". La risposta dello scienziato è un "no" un po' seccato e distante, quasi a mostrare una certa insofferenza a diventare simbolo, bandiera di una posizione che prescinda dalle ragioni storiche e personali, dal quadro generale e da quello privato. Non ci tiene a diventare una "maschera" il Galileo di Camilleri, un'ombra della storia sotto la quale celare il senso ultimo della sua missione: dimostrare che il mondo, la "natura", è un libro, un universo leggibile, un sistema che può essere codificato e attraverso il quale l'uomo può e deve passare con consapevolezza.

Danilo Soscia

Scheda
Titolo: INTERVISTA IMPOSSIBILE A GALILEO
Regia di: Stefano Nannipieri
Durata: 30'
Luogo, Anno: Italia, 2008
Cast: Andrea Camilleri, Roberto Scarpa

In programmazione