Su Battileddu - Arsenale Cinema

loading...

Su Battileddu

di Cinzia Puggioni


Sinossi

Esiste nel cuore della Sardegna una subregione chiamata Barbagia, in cui la vita è scandita dai ritmi stagionali e ruota intorno alle feste solstiziali, all’attività agro-pastorale, alla voce del popolo. L’isolamento geografico ha permesso la conservazione di riti antichi, come quelli che avvengono durante il carnevale sardo, denominato Carrasegare.


Critica

Attraverso le immagini la giovane regista ci conduce per tutti i passaggi rituali della maschera, dalla vestizione fino alla morte e alla rinascita mostrandola al pubblico non in una luce meramente folcloristica ma secondo una visione teatrale. Come nel teatro ideato da Artaud in cui la crudeltà risiede nella ricerca di un linguaggio che non sia solo parola ma anche gesto capace di mettere a nudo la vita e penetrare l’inconscio del pubblico, così la maschera de Su Battileddu, il suo calvario, il sangue vero che bagna tutto il percorso sino alla sua morte, le movenze delle maschere intorno a lui, hanno la forza e il potere di incidere nell’animo dello spettatore coinvolgendolo a tal punto da renderlo parte del rito. L’assenza di un qualsivoglia riferimento folcloristico si spiega anche in virtù della natura di questo rituale,come ha precisato la stessa regista: “non si parla di folclore, perché si tratta di un rito vero e proprio anche se ora come ora ha perso la sua reale valenza nel senso che non viene sacrificata realmente una persona, però ciò che ci ricorda questo rito ci lega tantissimo alla terra e alle nostre origini“.

Marianna Bernardini, Artslife.com

 

Scheda
Titolo: Su Battileddu
Regia di: Cinzia Puggioni
Durata: 27'
Luogo, Anno: Italia, 2014
Cast: Antonio Marras,

In programmazione